http://1.bp.blogspot.com/-2iIvym_k31Q/VJ9d7yYkX1I/AAAAAAAAAHc/W1XUpJXak5U/s1600/logo.png 

 

 

Narcisisti perversi - Manipolatori - Vampiri psico-affettivi

Narcisisti e tattiche di manipolazione


  • Rinforzo positivo: elogi, adulazione, adorazione, attenzione, affetto, regali, lacrime di coccodrillo, fascino apparente, apprezzamento, riconoscenza, coinvolgimento sessuale e dichiarazione di amore mai provato prima sono elementi che, se riscontrati con insistenza all’inizio di una relazione, inquadrano un chiaro  “love-bombing”, tattica diretta a farci abboccare all’amo e tenerci saldamente legati alla lenza.
  • Rinforzo intermittente: è una tattica di grande effetto. Si verifica quando la relazione passa dal rinforzo positivo costante a quello occasionale. Si crea un clima di incertezza, paura e ansia, in cui sono presenti segnali di allontanamento dell’altro/a, ovviamente negati, e si ha paura di perderlo/a. Si tratta di vere e proprie montagne russe emotive: si subiscono comportamenti messi in atto per guadagnare potere, accrescere il controllo e aumentare a dismisura la nostra dipendenza verso l’altro/a. E’ un micidiale cocktail di atteggiamenti in grado di rafforzare in modo sbalorditivo il nostro attaccamento (trauma bonding).
  • Rinforzo negativo: il manipolatore smette momentaneamente di comportarsi male (per esempio abbandona il trattamento del silenzio) quando si cede alle sue richieste.
  • Aggressività passiva: Gli attacchi sono chiari e diretti ma il tono di voce aggressivo viene subdolamente abbandonato e le critiche prendono la forma di insegnamenti, aiuti e consigli. Può sembrare un atteggiamento autentico. In realtà, è un tentativo di sminuimento, controllo e mortificazione.
  • Falso senso di intimità: il confidarsi da parte del manipolatore sulla propria vita, anche su aspetti intimi e riservati di essa, spinge la vittima ad aprirsi. Si tratta di un falso senso di intimità: spesso, con l’andare del tempo, si scopre che la maggior parte delle cose che vi erano state dette non erano vere ed era tutto orchestrato al fine di scoprire  quali fossero le vostre vulnerabilità da strumentalizzare.
  • Triangolazione: è questa una tattica molto comune di manipolazione psicopatica. Vi ritroverete spesso ad affrontare discorsi che riguardano altre donne/uomini: attraverso sottili insinuazioni o paragoni diretti, commenti evasivi e ricordi di ex vi sentirete spesso feriti e inadeguati. Rientra in questa tattica il flirtare con altre/i davanti a voi per suscitare una reazione di gelosia e strumentalizzarla come atteggiamento esagerato e ossessivo (punto successivo). Le insinuazioni sono sempre dirette a scatenare in voi una reazione per poi godersi lo spettacolo.
  • Strumentalizzazione: la vostra reazione al comportamento abusante (per esempio la gelosia) verrà inquadrata dal manipolatore nell’ottica di una generale e per lui insopportabile insicurezza in voi stessi sulla quale dovrete lavorare per il bene della relazione. Sarete portati, in futuro, a questionare sempre meno.
  • Parole vuote: vengono utilizzate a intermittenza per colmare i vostri bisogni di approvazione, validazione e rassicurazione e guadagnare controllo. Il problema è che sono soltanto parole che non trovano sostegno nella realtà.
  • Gaslighting e negazione/mistificazione della realtà: tutto mirato a indebolire le percezioni della vittima. La negazione di cose realmente dette o fatte con tanto di prove, se perpetuata nel tempo, inizia a farvi dubitare dei vostri ricordi e delle vostre intuizioni.
  • Minimizzazione: è molto frequente che vi sia rimproverato di costruire un caso sul nulla, di essere esagerati o paranoici, ipersensibili e bisognosi di supporto psicologico.
  • Estraniazione emotiva: chiudersi nel silenzio e rifiutarsi di ascoltare e comunicare sono le più comuni punizioni che vi verranno inflitte.
  • Menzogne: è sempre difficile sapere quando qualcuno sta mentendo ma gli psicopatici sono bugiardi patologici che diranno qualsiasi cosa per ottenere ciò che vogliono. Ricorrono alle bugie così tanto che sarà difficile per loro far combaciare tutti i dettagli. Qualora affrontati, ricorreranno alla negazione o al rivoltamento di frittate.
  • Proiezione di colpa: troveranno sempre il modo di trovare un capro espiatorio.
  • Deviazione del discorso ed evasione: quando si chiede loro conto di qualcosa invece di rispondere potrebbero spostare il discorso su un altro argomento dare una risposta vaga ed evasiva.
  • Rabbia e collera: se perdono la pazienza e diventano aggressivi e rabbiosi è perché vogliono sottomettervi. Si tratta di “lezioni” che hanno la finalità di insegnarvi a non contraddirli.
  • Manipolazioni non verbali: anche semplici gesti (alzata di occhi, smorfie, versi, sorrisi compiaciuti) possono essere forti strumenti di controllo.
  • Trance e ipnosi: secondo Sandra Brown (Women who love psychopaths) costituiscono “la forza dell’attrazione, la calamita dell’attaccamento e la colla del legame”. Potenti strumenti di indebolimento delle nostre difese psicologiche, trance e ipnosi sono legate al fascino e sono in grado di fissare a lungo nella memoria della vittima ricordi di benessere e di apparente appagamento.

Fonte: Relazioni Pericolose Blog
Share on Google Plus

About Love Killer

    Blogger Comment
    Facebook Comment

0 commenti:

Posta un commento